Anima, Ascolto, Azione

Biografia

La mia storia

Il mio percorso formativo al servizio dell'Europa.

Paola Di Salvatore nasce a L’Aquila il 12/05/1967,
dopo la maturità classica, nel 1991 si laurea presso l’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma in Giurisprudenza, con la votazione di 110 e lode, discutendo una tesi in diritto amministrativo, relatore il Chiarissimo Prof. Sabino Cassese, attualmente giudice emerito della Corte Costituzionale. Nella ricerca di una conoscenza scientifica di nuove discipline, si appassiona allo studio del Diritto amministrativo europeo frequentando diversi corsi post lauream.
Nel 1994 consegue l’abilitazione forense con il titolo di avvocato, qualificandosi ai primi posti nella Corte di Appello di L’Aquila, svolgendo contemporaneamente studi e ricerche nella nuova disciplina dell’Informatica giuridica e Diritto dell’informatica presso l’Università degli Studi La Sapienza, conseguendo il relativo titolo di dottore di ricerca, con l’onore di essere allieva del Chiarissimo Prof. Vittorio Frosini, illustre studioso di fama internazionale.
Nel 1999 e nel 2000 consegue anche il titolo di formazione professionale “Giurista d’Europa” dopo due corsi di formazione nell’ambito dell’azione “Robert Schuman” sul Diritto dell’Unione europea. Avvocato Esperto giurista - in inglese giuridico - presso il Consiglio Nazionale Forense della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Malta.
E’ docente in diversi corsi di perfezionamento post lauream e master universitari su molteplici tematiche giuridico finanziarie (appalti pubblici, frodi fondi ue, privacy, contratti informatici, commercio elettronico, procedimento amministrativo digitale, diritto sportivo). Autore di numerose monografie e articoli, fra gli ultimi “L’Europa a un punto critico” a cura di Augusto Cerri, e di numerose pubblicazioni nell’ambito della Politica di Coesione europea.
Avvocato Cassazionista, Dirigente in ruolo della Regione Abruzzo, da ben 26 anni svolge funzioni apicali nella Pubblica amministrazione. Vice Direttore Avvocatura Regionale, Direttore e Dirigente Servizio Politiche Culturali, è stata nominata, il 13.03.2013, Autorità di Gestione del Programma IPA Adriatic CBC, il più rilevante Programma di Cooperazione territoriale europea transfrontaliero della Commissione Europea, al quale partecipano ben otto Stati (Slovenia, Croazia, Bosnia Erzegovina, Serbia, Montenegro, Albania, Grecia e Italia), rafforzando il dialogo transfrontaliero nell’area balcanica, contribuendo fortemente al percorso di preadesione dei balcani occidentali. Nella complessa gestione ed attuazione del Programma, il cui stanziamento è pari a circa 244 milioni di euro, ha conseguito tutti gli obiettivi attesi dalla Commissione Europea, e attuato azioni concrete di implementazione progettuale su circa mille partner negli otto Stati del Programma.
Nella gestione dei progetti europei, con azioni di de-burocratizzazione, ha adottato centinaia di provvedimenti dirigenziali di liquidazione in favore dei beneficiari con tempestività ed efficienza, contribuendo concretamente ad implementare il dato finanziario di spesa dei fondi europei. Ha ricevuto dal Commissario europeo all’immigrazione Avramopoulos una nota di congratulazioni per aver attuato, con coerenza e impegno, le prime azioni di utilizzo di fondi europei non spesi in Italia per far fronte al dramma del flusso migratorio, conseguendo uno degli obiettivi principali della Commissione europea nella politica di vicinato e integrazione.
Con più di circa mille note protocollate in ogni esercizio finanziario, ha tessuto un dialogo istituzionale per lo sviluppo socio economico dell’intera area adriatico-ionica, attuando le prime azioni in Europa preventive e di contrasto alle frodi e irregolarità nell’utilizzo dei fondi europei.
Componente della Cabina di regia del TSG2 Eusair, capitalizzando i progetti del Programma IPA Adriatic CBC dei trasporti per implementare lo sviluppo intermodale e le interconnessioni delle due sponde dell’adriatico.
Rappresenta lo Stato italiano al tavolo del MED, il più rilevante Programma dell’area mediterranea, ed ha organizzato il primo incontro istituzionale in Europa, alla presenza dei rappresentanti dei paesi del Programma ed anche del Presidente del Parlamento europeo, per una concreta governance multi livello nella strategia tecnica del Mediterraneo, che vede l’Italia e la Regione Abruzzo al centro di concrete azioni di politica europea.
Dirigente in ruolo del Servizio della Cooperazione Territoriale IPA e dell’Europrogettazione - Rapporti con gli Uffici dell’Unione Europea e raccordo con la sede di Bruxelles, quali Servizi strategici per il dialogo della Regione Abruzzo con le istituzioni europee nella Politica di Coesione europea, Project Manager per la Regione Abruzzo dei progetti ADRIAMORE, SHERPA, ARCHEO’S dei programmi di CTE (Italia croazia – MED). Vincitrice come PM del Progetto ECO for PIF nell’ambito del prestigioso Programma Hercule III dell’OLAF: azioni correttive anticipate per prevenire irregolarità e frodi attraverso misure amministrative e apprendimento attivo.
Nel corso di incontri istituzionali in Lussemburgo, ha ricevuto formalmente dalla Corte dei Conti europea e dalla Corte di Giustizia europea, quale Autorità di Gestione del Programma IPA Adriatic CBC, le più vive congratulazioni per la complessa gestione amministrativo finanziaria del Programma, coniugando l’efficienza amministrativa con la tutela del bilancio dell’Unione europea, dello Stato italiano e della Regione Abruzzo. Quale Autorità di Gestione del Programma IPA Adriatic CBC, ha attuato le prime azioni preventive contro le irregolarità e frodi nell’utilizzo dei fondi europei.
Membro della delegazione italiana del Monitoring Committee nel Programma di Cooperazione Transnazionale Interreg MED 2014-2020 Nell’ambito della politica di coesione quale Dirigente del Servizio Cooperazione Territoriale IPA Adriatic, ha curato i rapporti instaurati con la CRPM (Conferenza Marittima delle Regioni Marittime Periferiche), di cui la Regione Abruzzo è socio membro, collaborando attivamente nelle task force migration e climate.
Relatrice di numerosi eventi nella Politica di Coesione europea, attualmente, oltre a rappresentare tecnicamente la Regione Abruzzo in tutti i tavoli di CTE e di Politica di Coesione europea post 2020, è fortemente impegnata nella realizzazione di una governance strategica multi livello dell’intera aera mediterranea con il coinvolgimento di tutti i paesi del mediterraneo.

Il mio pensiero

I Punti salienti

- Una donna che vuole cambiare l’Europa partecipando attivamente, ascoltando gli italiani per dare loro voce nella più grande assemblea parlamentare al mondo.
- Una donna con spirito di dono al servizio del cittadino!
- Una donna che vive con amore la politica per la polis.
- Una donna che vuole, con azioni concrete, far crescere i nostri territori.
- Una donna che vuole promuovere la crescita sociale coinvolgendo i giovani e tutti coloro che vogliono cambiare l’Europa vivendola.
- Una donna che vuole costruire l’Europa della comunicazione che deve passare dalla moneta asciutta alla moneta “ pane”.
- Una donna che vive la politica come fede e crede fortemente nella politica che è fede.
- Una donna che vuol vedere le persone libere di poter vivere la propria terra nella fiducia in se stessi e nella sicurezza per i propri figli.

Vota per me

Le nostre idee in Europa

Resta sempre aggiornato

Facebook Timeline

Metti un Like alla mia pagina, per restare sempre aggiornato!

Avv. Paola Di Salvatore

Il mio primario obiettivo e' di portare in Europa idee concrete

Instagram

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter